Con l’allungarsi delle giornate ed il sole che finalmente si fa sentire con sempre più forza, gli amanti della natura e della vita all’aria aperta iniziano ad apprezzare l’idea di passare qualche giornata a camminare in mezzo alla natura, per ritrovare l’equilibrio mentale e recuperare le energie fisiche.

Trekking, scoprire la natura lontano dal caos cittadino

Negli ultimi anni, il trekking e l’hiking stanno coinvolgendo sempre più persone, che decidono di iniziare a camminare con uno zaino in spalla, per vivere un’esperienza diversa e lontana dal caos e dalla frenesia della vita di tutti i giorni, affrontando percorsi di montagna più o meno impegnativi.

Come in ogni attività di outdoor, anche il trekking ha bisogno di alcune accortezze per evitare di incorrere in problemi o complicazioni che possano rendere poco piacevoli le vostre prime esperienze di cammino.

Qui di seguito trovate alcuni consigli molto importanti per godere al meglio le vostre prime avventure nella natura.

Scegliere il percorso di escursionismo più adatto

I gradi di difficoltà di un percorso possono variare moltissimo, si può passare da agili itinerari costieri più semplici a vere e proprie vie ferrate, avvicinandosi quindi all’alpinismo.

Per valutare un percorso di trekking è necessario tenere in considerazione fattori importanti come:

  • Il dislivello.
  • La lunghezza.
  • Il fondo su cui si cammina.
  • L’esposizione dell’itinerario al vuoto.
  • La presenza di tratti “ferrati”.

Reperire le informazioni utili a capire se siete pronti ad affrontare un determinato percorso è semplice – ogni sentiero infatti è contrassegnato con una scala di difficoltà, che valuta per quale tipo di escursionista è più adatto il percorso scelto.

Partire con un compagno di trekking

Portare con se amici o familiari che hanno già maturato esperienza nell’escursionismo, sicuramente è un’ottima occasione per socializzare e stare in compagnia ma non solo, infatti una persona più preparata a camminare per sentieri potrà darvi tanti utili consigli e suggerimenti durante l’escursione, anche in termini di sicurezza.

Vestirsi a strati con abbigliamento tecnico

In qualsiasi stagione voi decidiate di dedicarvi al trekking, è importante scegliere il giusto abbigliamento, perché in montagna il clima può variare molto velocemente.

E’ quindi molto importante utilizzare abbigliamento tecnico creato apposta per il trekking, con tecnologie idrorepellenti e traspiranti. Come le linee di capi per il trekking proposte da Columbia, Fjall Raven, Salewa, Salomon, Ferrino, Lafuma e Millet che potete provare nel nostro negozio, studiate per mantenere il comfort e la giusta protezione durante le escursioni in montagna.

Un altro consiglio importante è di vestirsi a cipolla, ovvero a strati, in modo da riuscire ad alleggerirsi (o coprirsi) seguendo i mutamenti del tempo e della temperatura.

Le scarpe sono l’attrezzo più importante per l’escursionista

Se vi state domandando “ma non posso utilizzare le scarpe da ginnastica?“, la risposta è no!

Durante le escursioni i piedi sono il nostro alleato principale, per questo dobbiamo trattarli con riguardo per non rischiare di subire spiacevoli fastidi, o peggio, infortuni. Insomma meglio fare un piccolo investimento e, almeno le scarpe, acquistarle sin da subito senza aspettare di prendere un storta lungo il sentiero.

Nel nostro store nel cuore di Roma, potrai trovare i migliori brand come Millet, Merrell, Salewa, Asolo e supporto professionale per la scelta delle scarpe da trekking più adeguate alle tue esigenze.

Portare sempre uno zaino da escursione

Alcuni appassionati di trekking preferiscono rimanere leggeri, soprattutto durante escursioni brevi di una giornata, quindi decidono di non portare zaini ed ulteriori pesi.

Può capitare però di trovarsi sotto il sole e non avere un po di acqua da bere, oppure di essere sorpresi dalla pioggia senza avere una giacca tecnica per l’outdoor. Insomma, qualunque sia la nostra escursione, lo zaino serve sempre e deve essere preparato con quanto necessario.

Per i trekking in giornata sarà sufficiente uno zaino da 30 o 40 litri massimo, con le cose essenziali, in cui avere una cerata, dell’acqua e del cibo, un kit di primo soccorso, una torcia e un coltellino per ogni evenienza.

Ovviamente poi l’equipaggiamento varia al variare del percorso e della stagione, in piena estate meglio avere un cappellino e la crema protettiva, d’inverno invece un pile in più.

Non trascurare l’alimentazione

L’ alimentazione è molto importante per chi decide di dedicarsi a questa disciplina. Infatti il trekking comporta un elevato dispendio energetico e calorico, quindi è fondamentale avere sempre il giusto apporto energetico necessario per continuare a camminare.

Adesso non vi resta che partire per la vostra avventura nella natura!

1 Comment
  1. Domingo Bergenstock 2 mesi ago

    articolo perfetto grazie

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CONTATTACI

Non siamo online adesso, ma puoi inviarci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Sending

CB Roma Group srl ©2019   Partita Iva 13850281000 | Realizzazione Bagao Web Agency

Log in with your credentials

Forgot your details?